10 Agosto 2020

Questionario Commissione Europea: Rafforzare la crescita e la coesione nelle regioni frontaliere dell’UE

La Direzione Generale per le Politiche Urbane e Regionali (DG REGIO) della Commissione Europea ha lanciato una consultazione pubblica per fare il punto sullo stato di avanzamento e attuazione delle politiche e delle azioni volte a “Rafforzare la crescita e la coesione nelle regioni frontaliere dell’UE” espresse nella Comunicazione n. 534 del 2017.

A seguito dell’insediamento a fine 2019 della nuova Commissione, ma ancor più a seguito della pandemia COVID 19, che ha mostrato quanto fragili possano essere le frontiere interne dell’UE, la Commissione sente l’esigenza di definire le azioni che possono essere intraprese in futuro per superare gli ostacoli che limitano le interazioni frontaliere.

Per questa ragione, la Commissione si rivolge ai cittadini e agli stakeholders che vivono nelle aree di frontiera, proponendo una consultazione pubblica, erogata sotto forma di questionario ed  accessibile dal link: https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/overcoming_crossborder_obstacles .

Lo scopo è di instaurare un dialogo con gli attori chiave per ridurre gli ostacoli, la complessità e i costi delle interazioni transfrontaliere  e garantire che i cittadini frontalieri possano sfruttare appieno le opportunità offerte su entrambi i lati della frontiera e la condivisione dei servizi.

Per dare un quadro di contesto, l’Unione Europea dispone di 40 regioni frontaliere interne terrestri che rappresentano il 40 % del territorio dell’Unione e quasi il 30 % della popolazione dell’UE. Le regioni frontaliere ottengono generalmente risultati economici meno positivi rispetto ad altre regioni all’interno di uno Stato membro. L’accesso ai servizi pubblici, quali ospedali e università, è in genere meno agevole in queste regioni. Individui, imprese e autorità pubbliche nelle regioni frontaliere si trovano ad affrontare difficoltà particolari nel muoversi tra diversi sistemi amministrativi e giuridici. Sono pertanto necessarie misure che vadano al di là dei soli finanziamenti europei e proprio per affrontare queste difficoltà e proporre una serie di azioni concrete nel 2017 la Commissione ha adottato la Comunicazione n. 534 “Rafforzare la crescita e la coesione nelle regioni frontaliere dell’UE”, su cui si propone di fare il punto attraverso la consultazione pubblica proposta.

La consultazione resterà aperta fino al 20 settembre 2020.

Di seguito una sintesi delle 10 Azioni principali del Piano d’Azione della Comunicazione del 2017: