15 Marzo 2019

Oggi è una giornata importante per il clima. #GlobalStrike #FridaysForFuture

Il Programma di Cooperazione transnazionale INTERREG Italia-Svizzera ha fatto proprio l’impegno per la riduzione delle emissioni di gas climalteranti, per la mitigazione degli effetti sui territori e per l’incremento della capacità di reazione delle comunità locali, la cosiddetta resilienza.

Sono molti i progetti che concretizzeranno l’impegno dei territori di Cooperazione rispetto a questa tematica senza confini, e siamo orgogliosi di citare alcuni esempi:

La mobilità a basse o nulle emissioni di gas serra è il tema fondante di molti progetti, come ad esempio SMISTO, che ha preso il via il 25 febbraio scorso e si propone di migliorare la mobilità transfrontaliera tra Lombardia e Ticino, promuovendo una migliore accessibilità, l’integrazione e la qualità del trasporto pubblico e riducendo l’impatto ambientale degli spostamenti effettuati con veicolo privato, mediante parcheggi di interscambio gomma-ferro, iniziative a favore del car pooling, di navette aziendali e della mobilità elettrica.

Si segnala anche E-BIKE, progetto che ha organizzato una due giorni di lancio il 26 e 27 marzo presso il Forte di Bard, e sarà impegnato in attività di promozione della mobilità dolce ed escursionismo estivo che realizzerà una rete fisica di circuiti transfrontalieri uniti tra loro in una ciclabile che, partendo dal Forte di Bard si ricongiungerà alla Stoccarda Venezia in territorio di Bolzano.

Sul tema è altrettanto rilevante il progetto TI-CICLO-VIA per migliorare la mobilità e diffondere la mobilità sostenibile nella zona transfrontaliera situata tra Varese e Mendrisio.

il progetto BIPV meets History, nato per semplificare la diffusione nei territori transfrontalieri IT-CH della tecnologia fotovoltaica integrata (BIPV) per il recupero del patrimonio edilizio esistente e l’aumento della produzione di energia da fonti rinnovabili, è stato avviato il 12 marzo scorso con un evento presso EURAC a Bolzano.

Anche la disponibilità e la qualità dell’acqua sono aspetti delle nostre vite che subiranno l’impatto dei cambiamenti climatici, e pertanto il progetto RESERVAQUA sarà dedicato allo sviluppo di una strategia di gestione integrata delle regioni montane e degli spazi rurali al fine di garantire per il futuro un utilizzo sostenibile ed una tutela qualitativa della risorsa idrica alpina, anche a beneficio delle pianure. Si cita inoltre il progetto SIMILE per supportare le presa di decisioni e la definizione di politiche di gestione dei laghi a cavallo della frontiera.

Per finire, altri progetti svilupperanno approcci innovativi per rispondere alla destagionalizzazione del turismo dovuta alla riduzione della copertura nevosa nelle nostre montagne, citiamo ad esempio il progetto B-ICE, che ha dato il calcio di avvio alle proprie attività il 13 marzo scorso e SMART STRATEGIE (www.progettosmart.com) che intende fare della sostenibilità economica, sociale ed ambientale un elemento distintivo e di vantaggio competitivo per le aziende del territorio attraverso un approccio sistemico che confronti le buone pratiche esistenti nell’area di cooperazione attivando progetti pilota di sostenibilità condivisi.

Per conoscere tutti i progetti finanziati da INTERREG ITALIA-SVIZZERA visitate il sito di Programma https://interreg-italiasvizzera.eu/ e seguite i nostri canali social (Facebook: @InterregITCH; Twitter:@Interreg_IT_CH).

Mappa di dove si terranno le manifestazioni del ClimateStrike  in Italia http://goo.gl/wdFuoQ.