5 Ottobre 2020

Interreg 30 Anni: Progetto MENTOR per un Europa più verde

Il progetto MENTOR, finanziato dal Programma Interreg Italia Svizzera, ha l’obiettivo di favorire l’utilizzo dei mezzi di trasporto ecologici nelle piccole località dell’arco alpino e di risolvere i problemi legati alla mobilità locale.

L’area dove si sviluppano le azioni del progetto e dove vengono testate le soluzioni innovative proposte sono il Comune di Merano ed il suo comprensorio e la cittadina svizzera di Brig-Glis nel Cantone Vallese.

L’idea da cui muove Mentor è il concetto di “Mobility-as-a-Service” (mobilità come servizio), l’utente viene posto al centro di una rete di servizi di mobilità diversi ma integrati tra loro, accessibili da un’unica piattaforma.

Per raggiungere quest’obiettivo nel territorio di Merano verrà ampliata e potenziata la piattaforma mobility.meran.eu, che permette all’utente di verificare in tempo reale il percorso migliore e più comodo per raggiungere la cittadina. Sarà possibile consultare gli orari aggiornati dei bus e dei treni e informarsi su eventuali ritardi o corse soppresse. L’utente  potrà raggiungere e  lasciare la città senza utilizzare l’automobile.

Tutti i sistemi di trasporto a Merano e dintorni verranno collegati fra loro e alle attuali offerte verranno aggiunte nuove innovative proposte, per esempio:

Carpooling:

è un sistema semplice per favorire una mobilità ecologica senza la necessità di effettuare grandi investimenti o realizzare nuove infrastrutture. Il servizio si basa sull’uso condiviso dell’automobile da parte di utenti che percorrono un medesimo tragitto e possono così condividere le spese di viaggio. Vantaggio ulteriore consiste nell’alleggerimento del traffico in entrate e uscita  da Merano soprattutto nelle ore di punta. Il servizio è accessibile attraverso una piattaforma, http://carpooling.bz.it, che agevola l’incontro tra coloro che cercano un passaggio e quelli che lo offrono. I percorsi sono in parte predefiniti per favorire lo scambio domanda offerta e non frammentare eccessivamente; è inoltre previsto un rating per caratterizzare l’affidabilità degli utenti.

Bike-Sharing:

chi raggiunge Merano con i mezzi pubblici o col nuovo servizio di “car pooling” può poi spostarsi in bicicletta e arrivare a destinazione più in fretta che utilizzando l’automobile. Gli abitanti di Merano invece che non dispongono di una bicicletta possono noleggiarne una nei “Mobility Point” attivati presso le stazioni ferroviarie e in centro città. La bici potrà poi essere riconsegnata a un punto di noleggio diverso rispetto a quello in cui è stata prelevata.
Da agosto 2020 è attiva la prima stazione di noleggio biciclette, il servizio è gratuito per 5 ore e gli utenti possono prenotare attraverso l’App MOQO ( https://play.google.com/store/apps/details?id=de.moqo.work. Il Mobility Point effettua anche un servizio di controllo gratuito delle biciclette.

Bus on demand:

la Società Autobus Servizi d’Area della provincia di Bolzano, ha sperimentato lo scorso novembre  il bus a guida autonoma, e presto metterà a regime un servizio di bus a chiamata, Si tratta di un servizio di trasporto pubblico particolare, effettuato con dei minibus da 9 posti e realizzato su percorsi variabili con la formula dell’on-demand, ossia previa prenotazione del servizio. L’obiettivo è quello di rendere il trasporto pubblico più efficiente ed economico evitando corse a vuoto e rispondendo in tempo reale alle esigenze dei passeggeri.

Sul versante svizzero invece nella cittadina di Brig GLIS è in fase di sperimentazione un servizio di taxi a chiamata nelle ore serali. L’offerta si chiama Kolibri e risponde all’esigenza di integrare fino alla mezzanotte il servizio serale dei bus locali, che termina invece alle 21. Poiché la frequenza di utilizzo dei bus locali si riduce drasticamente nelle ore serali, i passeggeri di Brig Glis  potranno testare un taxi  con fermate e servizio di pooling.  Le richieste di trasporto degli utenti verranno messe a confronto e ordinate cercando di raggruppare le corse dei clienti, laddove queste siano abbinabili per  luogo e orario.  Il servizio copre 72 fermate: 41 fermate di bus locali del comune Briga-Glis e 31 fermate virtuali indicate sull’App Kolibri.

Col progetto Mentor, dopo una fase di sperimentazioni a livello locale, verranno poste le basi per replicare queste esperienze a livello sovra comunale e provinciale. Con l’ambizione di un estensione all’area del programma.