Misure antifrode

L’Autorità di Gestione ha costituito con Decreto N. 5414 del 17 aprile 2018 il Gruppo di Autovalutazione del rischio di frode, in linea con quanto disposto dall’art. 125, paragrafo 4, lett. c), del Regolamento (UE) n. 1303/2013.

La procedura di valutazione del rischio di frode mira a delineare probabilità e gravità delle principali casistiche che potrebbero verificarsi nell’attuazione del programma avvalendosi di un’apposita check list, conforme al modello di cui all’Allegato 1 dalla Nota EGESIF_14-0021-00 del 16/06/2014 “Valutazione dei rischi di frode e misure antifrode efficaci e proporzionate”.

Il Gruppo di valutazione rischio antifrode è composto dall’Autorità di Gestione e da un suo componente sostituto, dall’Autorità di Certificazione e da due componenti sostituti, da due componenti del Segretariato Congiunto, da un componente del Comitato Direttivo, da due controllori di I livello (entrambi lombardi). In qualità di osservatore, inoltre, è previsto un rappresentante dell’Autorità di Audit.